itb-berlino-dati-turismo-italia-germania

L’Italia brilla nel cuore della Germania

Ministero del turismo ed Enit alla ITB di Berlino.

Il Ministero del Turismo, insieme all’Agenzia Nazionale del Turismo (Enit), ha brillato all’Internationale Tourismus-Börse (ITB) di Berlino, presentando con orgoglio le eccellenze dell’Italia turistica.

La fiera, uno dei più importanti eventi internazionali del settore, ha visto l’Italia partecipare in modo proattivo con un padiglione interattivo e immersivo. Quindici Regioni, Roma Capitale e diverse imprese del settore turistico, tra cui Ita e Trenitalia come partner privati, hanno contribuito a creare una rappresentazione completa e coinvolgente dell’ecosistema turistico italiano.

Con una spesa turistica che si avvicina ai 7 miliardi di euro e una durata media di soggiorno di 13 giorni, la Germania mantiene la sua posizione di principale mercato di provenienza per l’Italia.

Il Ministro del Turismo, Santanchè, ha sottolineato l’importanza dell’ITB come straordinaria occasione per aumentare la visibilità delle bellezze italiane e delle competenze imprenditoriali nel mondo.

Un aspetto notevole è che quasi la metà dei turisti tedeschi decide di tornare in Italia, spesso influenzati dalle immagini e dalla campagna promozionale della Venere di “Open to meraviglia”, confermando l’Italia come meta preferita.

Il presidente di Enit, Alessandra Priante, ha rafforzato il ruolo predominante della Germania come principale mercato di prossimità e ha sottolineato la necessità di mantenere questa posizione, migliorando simultaneamente la soddisfazione dei turisti.

Priante ha evidenziato il ritorno dei viaggiatori “big spender” a lungo raggio e il consolidamento della posizione italiana in Medio Oriente e in Asia.

La fiducia nel futuro è palpabile, con l’Enit S.p.A. che lavorerà in modo più agile ed innovativo per sostenere gli stakeholder del turismo nazionale e promuovere le eccellenze italiane, con una particolare enfasi sulla formazione e sull’aiuto alle destinazioni per diversificare e destagionalizzare in modo più efficace.

I dati Enit confermano la Germania come il principale mercato per l’Italia tra i paesi di prossimità. Nel corso dei primi nove mesi del 2023, la Germania mantiene una quota del 15,0% sui viaggiatori internazionali totali e rappresenta anche il principale contributo in termini di introiti.

La spesa turistica dei visitatori tedeschi in Italia nel medesimo periodo si attesta a circa 6,8 miliardi di euro. Un’incidenza del 16,4% sul totale delle entrate internazionali.

I tedeschi dimostrano un amore profondo per l’Italia. L’Italia si posiziona come il primo Paese all’estero di cui i tedeschi hanno più conoscenza e informazioni. Questo amore si traduce in ritorni frequenti. Alimenta la necessità di offerte turistiche sempre più diversificate e orientate alla sostenibilità, un obiettivo a cui Enit si impegna con determinazione.

Inoltre, l’ambasciatore d’Italia in Germania, Armando Varricchio, ha sottolineato l’importanza cruciale di eventi come l’ITB per presentare al pubblico tedesco e internazionale l’eccellenza italiana in settori che vanno dalla produzione agricola all’offerta turistica.

Con più di 12 milioni di turisti, la Germania continua a essere il principale Paese di provenienza dei turisti stranieri in Italia. Un mercato con un enorme potenziale di crescita, testimoniato dalla presenza del Ministro del Turismo e di oltre 200 espositori italiani all’ITB.
Questi eventi rappresentano un’opportunità straordinaria per mostrare all’audience tedesca e internazionale l’eccezionalità italiana. Coprendo settori come la produzione agricola, l’offerta turistica e la creatività cinematografica e letteraria.

Infine, nel 2023, l’Emilia-Romagna si è confermata come la Regione leader in Italia per attrattività turistica, registrando numeri record per presenze e arrivi. Questo successo è il risultato di un efficace lavoro di squadra tra istituzioni e operatori del settore. Un’unità che ha permesso di fronteggiare eventi drammatici come l’alluvione in Romagna. La Regione continuerà ad investire in infrastrutture e riqualificazione delle coste e delle strutture ricettive. Oltre tuttavia a puntare contemporaneamente su grandi eventi sportivi e culturali come richiami internazionali nel territorio.

La partecipazione all’ITB di Berlino dell’Italia ha confermato la sua posizione di destinazione amata dai tedeschi. Un mercato chiave che dimostra ancora una volta il suo potenziale di crescita e l’interesse costante. La fiera è stata un’opportunità straordinaria per promuovere l’eccellenza italiana. Oltre a consolidare la presenza del Paese nel panorama turistico mondiale e rafforzare i legami con la Germania. Un partner chiave per il successo continuato del settore turistico italiano.

Turismo: riepilogo dati Germania-Italia

Scendiamo nel cuore delle dinamiche turistiche tra Italia e Germania attraverso un riepilogo dettagliato dei dati elaborati dall’Ufficio Studi Enit. La Germania, mantenendo saldamente la sua posizione come primo mercato di provenienza per l’Italia, rivela cifre impressionanti nei primi 9 mesi del 2023. Dai volumi di viaggiatori agli introiti economici, passando per l’incantevole richiamo della cultura italiana, esploreremo il significativo legame tra questi due paesi. Ecco i dati Italia-Germania nel Settore Turistico:

  • Primo Mercato e Introiti: Nei primi 9 mesi del 2023, la Germania si conferma il principale mercato di provenienza per l’Italia, rappresentando il 15,0% del totale dei viaggiatori internazionali. Inoltre, è leader anche in termini di introiti turistici.
  • Spesa Turistica Prossima ai 7 Miliardi: La spesa dei turisti tedeschi in Italia ha quasi raggiunto i 7 miliardi di euro nei primi 9 mesi del 2023, contribuendo significativamente con il 16,4% alle entrate internazionali complessive.
  • Forza del Marchio “Italia”: L’Italia si conferma come la prima destinazione straniera nella mente dei tedeschi. Con punteggi medi notevoli, l’Italia si distingue per l’influenza culturale nella moda, intrattenimento, brand e tendenze (6,56), il patrimonio culturale (6,89) e la vocazione turistica (5,68).
  • Attrazione della Venere: La campagna promozionale “Open to Meraviglia” ha un impatto positivo significativo, influenzando il 27% dei cittadini tedeschi nella scelta o conferma dell’Italia come meta di viaggio per le prossime vacanze.
53730cookie-checkL’Italia brilla nel cuore della Germania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *