rapporto-annuale-agenzia-del-demanio

L’Italia e i suoi beni

Il primo rapporto annuale dell’Agenzia del Demanio

Roma, 19 luglio 2023 – L’Agenzia del Demanio ha presentato oggi il suo primo Rapporto annuale, che offre uno sguardo innovativo sulla gestione degli edifici pubblici e i successi ottenuti nel patrimonio immobiliare dello Stato.

Il rapporto annuale dell’Agenzia del Demanio, intitolato “L’Italia e i suoi beni: il patrimonio immobiliare dello Stato al servizio della pubblica amministrazione, dei territori, dei cittadini e delle imprese“, rivela un’accelerazione significativa negli interventi di riqualificazione e rigenerazione urbana, con notevoli benefici economici, sociali e ambientali.

Agenzia del Demanio: Un Impulso alla Trasformazione dell’Italia

L’Agenzia del Demanio dello Stato, come descritto nel rapporto annuale dell’Agenzia del Demanio, rappresenta una risorsa fondamentale per il nostro paese, con 17 sedi sul territorio nazionale e un vasto patrimonio di beni, tra cui il prestigioso Palazzo del Quirinale a Roma e la Reggia di Caserta, per un valore complessivo di 62,5 miliardi di euro.

Oggi, l’Agenzia del Demanio si impegna in una gestione e visione innovativa del patrimonio immobiliare, dalla tutela alla progettazione, promuovendo la rigenerazione urbana e adottando soluzioni tecnologiche all’avanguardia. Il focus principale è la sostenibilità ambientale, con un’impegno per la riduzione del consumo di suolo, l’adeguamento agli standard sismici e la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Entro il 2026, l’Agenzia prevede di investire ben 5,5 miliardi di euro, riqualificando 5 milioni di metri quadrati di patrimonio immobiliare. Questi sforzi porteranno a un risparmio stimato di 126 milioni di euro per le locazioni passive e avranno un impatto positivo sull’indotto territoriale, con un valore di 2,3 miliardi di euro all’anno.

L’Agenzia del Demanio, come descritto nel rapporto annuale dell’Agenzia del Demanio, si pone così come motore di una trasformazione significativa per l’Italia, valorizzando il patrimonio pubblico e contribuendo alla crescita sostenibile del paese, creando spazi moderni e funzionali per le istituzioni, i cittadini e le imprese.

La visione strategica dell’agenzia si concentra sulla promozione di soluzioni innovative e rispettose dell’ambiente, contribuendo a plasmare un futuro più sostenibile e prospero per tutti.

Rigenerazione Urbana e Riqualificazione: L’Impatto dell’Agenzia del Demanio

Il primo rapporto dell’Agenzia del Demanio, rivela l’importante ruolo dell’agenzia nel riqualificare il patrimonio immobiliare dello Stato a servizio della Pubblica Amministrazione, dei cittadini, dei territori e delle imprese.

Con l’evolversi delle esigenze, l’Agenzia si impegna a restituire al territorio edifici poco o male utilizzati e a rigenerare le aree dismesse, promuovendo la sostenibilità ambientale e la valorizzazione del patrimonio pubblico.

L’investimento, anche con il supporto del PNRR, mira ad abbattere i costi energetici e a incrementare il valore degli immobili, contribuendo così alla trasformazione digitale e all’efficienza degli edifici pubblici.

Al contempo, si pone l’attenzione sulla sostenibilità dei progetti e degli impatti ambientali, puntando a una maggiore resilienza ai rischi climatici. La collaborazione sinergica con le amministrazioni territoriali permette di individuare soluzioni innovative e socialmente rilevanti, trasformando gli edifici in spazi utili e vicini ai cittadini.

Esempi di Successo dell’Agenzia del Demanio

Il rapporto dell’Agenzia del Demanio evidenzia alcuni interventi significativi nel processo di rigenerazione urbana. Città come Milano, Caltanissetta e Cagliari sono state oggetto di progetti ambiziosi che hanno trasformato spazi inutilizzati in risorse preziose per la collettività.

Ad esempio, a Milano, le caserme dell’area Pagano sono destinate al TAR Lombardia, mentre a Bari, l’area delle ex Caserme Milano e Capozzi, nel quartiere Carrassi diventerà il parco della giustizia. A Roma l’area di Tor Vergata, estesa su ben 150 ettari, rappresenta un progetto di ampio respiro universitario e residenziale.

agenzia-demanio-rapporto-annuale-principali-interventi-e-progetti
I principali interventi dell’Agenzia del Demanio

La trasformazione digitale gioca un ruolo cruciale nell’efficiente gestione del patrimonio, e l’Agenzia lavora per sviluppare il “Patrimonio digitale“, una raccolta di dati digitali degli immobili, supportata dal Building Information Modeling (BIM). L’obiettivo è creare edifici pubblici che siano fonti di servizi e non di spreco, rafforzando così il legame tra lo Stato e i cittadini.

Riqualificazione e Legalità: L’Agenzia del Demanio al Servizio del Territorio

La legalità è un aspetto fondamentale per l’Agenzia del Demanio, che ha stipulato numerose convenzioni con il Ministero della Giustizia per riqualificare luoghi abbandonati, come il complesso carcerario di Perugia progettato dall’architetto Botta.

Inoltre, l’Agenzia si impegna a pianificare sul territorio i fabbisogni della Pubblica Amministrazione, evitando varianti e aumenti dei costi. Questo approccio, come dimostrato dai “piani città“, permette di mettere a fattor comune i beni disponibili per valorizzare il territorio.

Anche nelle aree colpite dal sisma, l’Agenzia del Demanio gioca un ruolo chiave, con 39 interventi in corso per la ricostruzione, come a Camerino, dove il centro storico è oggetto di progetti per diventare un nuovo polo per i giovani.

La trasformazione del territorio è vista come un obiettivo comune, in cui la collaborazione sinergica con le amministrazioni diventa essenziale per creare uno sviluppo sostenibile e sociale per il paese.

Residenze Universitarie: Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare Statale

L’Agenzia del Demanio svolge un ruolo cruciale nell’attivazione di iniziative di valorizzazione del patrimonio immobiliare statale non destinabile per usi governativi.

Questa sinergia con i soggetti istituzionali interessati si è intensificata grazie all’impulso del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Il PNRR ha accelerato le iniziative di riqualificazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico, con un focus strategico sul mondo accademico.

L’obiettivo è migliorare le infrastrutture per la didattica e la ricerca, nonché incrementare l’housing universitario per affrontare la carenza di alloggi per gli studenti fuori sede.

Valorizzazione del Patrimonio Pubblico: Un Portafoglio di Immobili per le Residenze Universitarie secondo il Rapporto Annuale dell’Agenzia del Demanio

In sinergia con le Università statali e gli Enti territoriali, l’Agenzia del Demanio ha identificato un portafoglio di immobili statali idonei per la realizzazione di residenze universitarie, in particolare nelle città con maggiori necessità. Si tratta di 28 immobili che potrebbero fornire tra i 5.000 e i 6.000 posti letto.

Molti di questi immobili richiedono interventi di riqualificazione, e l’Agenzia sta lavorando per ottenere finanziamenti e cofinanziamenti per portare a termine questi progetti.

Alcune iniziative, come l’ex Clinica Chirurgica a Genova, la Casa Professa ex Gesuitica a Palermo e l’ex Caserma Manfredini a Cremona, sono già completamente finanziate, mentre altre sono in fase avanzata di progettazione e attese per il cofinanziamento.

Collaborazioni e Progetti Futuri descritti nel rapporto annuale dell’Agenzia del Demanio

L’Agenzia del Demanio ha siglato importanti accordi con il Comune di Bologna per la riqualificazione delle ex caserme STA.MO.TO e Perotti, con l’obiettivo di creare nuovi alloggi per studenti.

Analoghi accordi sono in fase di definizione per la ex Manifattura Tabacchi a Torino e la ex Caserma Ten. Magrone a Bari.

Al fine di garantire uniformità nei progetti e modelli replicabili in tutto il territorio nazionale, l’Agenzia sta preparando linee guida specifiche per la progettazione dell’housing universitario, in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli.

Questo sforzo mira a creare residenze universitarie funzionali e innovative, che soddisfino le esigenze degli studenti e contribuiscano al miglioramento della qualità dell’offerta abitativa in ambito accademico.

Promuovere il Turismo Sostenibile attraverso la Valorizzazione del Patrimonio Pubblico

Nel contesto delle iniziative di valorizzazione del patrimonio pubblico, un settore di particolare interesse è quello relativo al turismo e alla cultura.

L’Agenzia del Demanio come comunicato nel rapporto annuale dell’Agenzia del Demanio, mira a promuovere progetti innovativi che sfruttino il potenziale turistico e culturale dei beni disponibili e storico-artistici non in uso alle Amministrazioni statali. Attraverso il conferimento di beni a università, enti di formazione, enti locali e organizzazioni del Terzo settore, si crea l’opportunità di trasformare queste strutture in attrattive destinate a generare un impatto sociale positivo e una crescita economica sostenibile.

La valorizzazione di tali beni per fini turistici consente di arricchire l’offerta culturale del territorio, attirare visitatori, e contribuire allo sviluppo delle comunità locali.

L’obiettivo è quello di creare una sinergia tra il patrimonio storico-artistico e il settore turistico, favorendo la valorizzazione del nostro paese come meta turistica di eccellenza e contribuendo alla promozione di un turismo sostenibile e responsabile.

Se il patrimonio del Demanio si trasforma in un modello più green, mirando alla sostenibilità sociale e alla promozione dei beni stessi anche dal punto di vista turistico del Made in Italy, il risultato sarà un successo per tutti.

47820cookie-checkL’Italia e i suoi beni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *