Viaggiare senza fotografare è possibile?

Il potere dei social nella promozione dei territori.

Alzi la mano chi, negli ultimi anni, non è partito per una meta dopo averne visto visto delle foto sui social!
Se anche tu sei tra questi e conosci il significato di hashtag, tag e luoghi, sei ufficialmente un viaggiatore social.

Parliamo di te.

Sei stato vittima di immagini che hanno suscitato in te il desiderio di partire. Hai organizzato un viaggio grazie alla condivisione e sbirciando i post sui social media di un altro viaggiatore.

La quantità di post condivisi per alcuni hashtag generici, legati al turismo, dimostra il forte legame tra viaggio e fotografia (dati aggiornati al 2019):

#colosseo        1,3 M post

#duomo           3,0 M post

#piazza            1,1 M post

#museo           2,2 M post

#italia              44  M post 

La community di drintle è nata per condividere la bellezza e promuovere i posti inesplorati.
Nessuno può sottrarsi al rituale della fotografia di viaggio, sia essa un selfie, un paesaggio o un monumento. Racconta i territori e condividi un nuovo modo di vivere il viaggio lento.

Ma come faccio a raccontare un territorio con le immagini?

Potresti instaurare un nuovo legame con i tuoi followers. È arrivato anche per te il momento di raccontare il territorio in cui vivi. Sei sicuro di conoscere tutto? Quali sono le curiosità, gli eventi o il buon cibo? 

Le parole fondamentali sono storytelling ed emozioni.
Racconta una storia e suscita emozioni in chi la legge e osserva il post.
Studia il contesto degli scatti e migliora la tua tecnica di comunicazione digitale.
Non porti nessun limite negli scatti. Dai spazio alla creatività e sperimenta.
I social possono diventare uno strumento per promuovere il turismo.

La community drintle ti aspetta! 

Il nuovo ambasciatore potresti essere tu.

9851cookie-checkViaggiare senza fotografare è possibile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *