bandiere-blu-e-approdi-2024

BANDIERE BLU 2024

La Liguria e la Puglia Continuano ad Essere le Regioni Italiane Più Blu

La Foundation for Environmental Education (FEE) ha annunciato i vincitori delle Bandiere Blu 2024, assegnate a 236 Comuni rivieraschi e 81 approdi turistici. La cerimonia di premiazione si è tenuta a Roma presso la sede del CNR. Alla cerimonia hanno partecipato i sindaci dei Comuni premiati e del Ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare, Nello Musumeci.

Promuovendo la sostenibilità ambientale: il ruolo chiave della Foundation for Environmental Education (FEE)

La FEE (Foundation for Environmental Education), nata nel 1981. È un’organizzazione internazionale non governativa e no-profit, registrata come charity nel Regno Unito e con sede centrale a Copenaghen, Danimarca. Attualmente attiva in 81 Paesi distribuiti su cinque continenti, si impegna per promuovere la sostenibilità ambientale attraverso una vasta gamma di programmi educativi e formativi.

Al cuore della missione della FEE c’è la diffusione delle buone pratiche per la sostenibilità ambientale, con una particolare attenzione alle scuole di ogni ordine e grado. Attraverso tali programmi, l’organizzazione mira a sensibilizzare e coinvolgere la comunità nell’adozione di un approccio più responsabile verso l’ambiente.

La FEE ha consolidato la propria presenza internazionale attraverso partnership significative. Nel marzo del 2003, ha sottoscritto un Protocollo d’Intesa di partnership globale con il Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP). Nel febbraio del 2007 ha firmato un Protocollo d’Intesa con l’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo), di cui è anche membro affiliato.

Riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale nell’ambito dell’educazione ambientale e dello sviluppo sostenibile, la FEE svolge un ruolo cruciale nel promuovere la consapevolezza ambientale e l’azione concreta per affrontare le sfide ambientali globali.

Inoltre a livello nazionale, la Fondazione FEE Italia, fondata nel 1987, gestisce diversi programmi per la sostenibilità ambientale. Tra questi vi sono Bandiera Blu, Eco-Schools, Green Key, Spighe Verdi, Young Reporters for Environment e Learning About Forest.

Le bandiere blu 2024

L’assegnazione delle Bandiere Blu è frutto di una rigorosa valutazione condotta dalla Commissione, la quale ha operato secondo uno schema procedurale ben definito. Numerosi Enti Istituzionali hanno contribuito a questo processo, tra cui il Ministero del Turismo, il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, l’Istituto Superiore di Sanità, e molte altre istituzioni accademiche e organismi privati.

Successivamente, la Giuria internazionale ha confermato i risultati della valutazione, portando all’assegnazione finale di 236 Bandiere Blu a località rivierasche e 81 approdi turistici in questa trentottesima edizione. Un traguardo significativo per l’Italia, che vanta ora 236 comuni premiati, con un totale di 485 spiagge, rappresentando circa l’11,5% delle spiagge premiate a livello mondiale.

Durante la cerimonia, sono state premiate le località il cui status delle acque di balneazione è stato valutato come eccellente negli ultimi quattro anni. Il risultato è attestato dalle analisi condotte dalle Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (ARPA). È stata garantita una piena corrispondenza tra i dati presentati dai comuni e i requisiti della FEE.

Parte fondamentale della valutazione riguarda la gestione del territorio adottata dai comuni, che ha coinvolto diversi indicatori quali l’efficienza degli impianti di depurazione, la gestione dei rifiuti, la sicurezza dei bagnanti e la promozione della mobilità sostenibile. Inoltre, si è sottolineata l’importanza della sensibilizzazione dei comuni verso la certificazione delle proprie attività istituzionali e delle strutture turistiche.

Il presidente della Fondazione FEE Italia, Claudio Mazza, ha commentato con soddisfazione l’aumento dei comuni premiati. Ha evidenziato il crescente impegno e la consapevolezza dei cittadini nella tutela dell’ambiente. Ha sottolineato il ruolo fondamentale della gestione sostenibile del territorio per garantire la competitività dei territori costieri.

Anche per il 2024, la FEE Italia ha confermato l’importanza dell’impegno sociale e dell’inclusività, in linea con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. La collaborazione con la Fondazione Dynamo Camp è stata mantenuta per stimolare i comuni in questo percorso.

Il progetto Bandiera Blu – Pesca e Ambiente ha ottenuto ottimi risultati, sensibilizzando il settore della pesca alle questioni ambientali e alla valorizzazione delle tradizioni locali.

Gli 81 approdi turistici premiati dimostrano che la portualità turistica ha consolidato le scelte di sostenibilità intraprese. Questi continuano a garantire la qualità e la quantità dei servizi erogati in piena compatibilità ambientale.

Analisi dei risultati delle Bandiere Blu 2024

L’edizione 2024 delle Bandiere Blu ha mostrato un chiaro trend di crescita delle località premiate rispetto all’anno precedente. Con un totale di 236 comuni riconosciuti, si è registrato un aumento significativo di 10 rispetto ai 226 dello scorso anno.

Questo incremento include 14 nuovi ingressi.

Questi includono Ortona (Abruzzo), Parghelia (Calabria), Cellole (Campania), Borgio Verezzi e Recco (Liguria), Porto Sant’Elpidio (Marche), Lecce, Manduria, Patù (Puglia), Letojanni, Scicli, Taormina (Sicilia), insieme a Tenno e Vallelaghi (Trentino Alto Adige).

Mentre 4 comuni non sono stati confermati.Questi includono Ameglia e Taggia in Liguria, Margherita di Savoia in Puglia, e Marciana Marina in Toscana.

Particolarmente interessanti sono le dinamiche regionali. La Liguria ha aggiunto due nuove località al suo elenco di Bandiere Blu, anche se ha perso altrettante, confermando quindi un totale di 34 località premiate. La Puglia ha visto un significativo aumento, salendo a 24 riconoscimenti grazie a 3 nuovi comuni, nonostante la perdita di uno.

Le regioni della Campania e della Calabria hanno entrambe guadagnato un riconoscimento in più, raggiungendo quota 20 Bandiere Blu ciascuna. Nel frattempo, le Marche hanno aggiunto un nuovo ingresso, portandosi a 19 riconoscimenti, mentre la Toscana ha perso un comune, scendendo a 18.

La Sicilia ha visto un notevole aumento, aggiungendo tre nuove località e portandosi a quota 14. Altri incrementi includono il Trentino Alto Adige, che ha aggiunto due comuni per un totale di 12 Bandiere Blu, mentre il Lazio è rimasto stabile a 10.

L’Emilia Romagna e il Veneto hanno mantenuto rispettivamente 9 e 9 località premiate. La Basilicata ha confermato le sue 5 località, mentre il Piemonte ha visto 5 comuni confermati come Bandiere Blu. La Lombardia ha confermato 3 comuni, mentre il Friuli Venezia Giulia e il Molise hanno mantenuto rispettivamente 2 Bandiere Blu, come l’anno precedente.

Complessivamente, quest’anno sono state assegnate 23 Bandiere Blu sui laghi, con 2 nuovi ingressi rispetto all’anno precedente. Questi risultati evidenziano un impegno costante da parte delle regioni italiane nel miglioramento della sostenibilità ambientale delle loro coste e approdi turistici.

Ecco le edizioni precedenti Bandiere blu 2020,Bandiere blu 2021Bandiere blu 2022 e Bandiere blu 2023.

elenco-bandiere-blu-2024
Elenco Bandiere Blu 2024

elenco-approdi-bandiera-blu-2024
Elenco approdi Bandiera Blu 2024
54160cookie-checkBANDIERE BLU 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *